Articolo
/
Aprile 5, 2024
#254636
Torna alle risorse

Best Practices nell'uso del CRM nel Marketing

Il Customer Relationship Management oggi ricopre un ruolo sempre più centrale, diventando un pilastro per le aziende che desiderano costruire relazioni solide con i propri clienti e aumentare il fatturato.

Il CRM è una tecnologia ormai matura e sono i numeri a confermarlo.

In Italia infatti secondo l’osservatorio CRM, il 69% di aziende utilizza un software CRM, un dato in costante crescita nel corso degli anni, che si sta stabilizzando attorno al 70%.Il 14% lo sta invece implementando e il 17% non ha ancora un CRM.

Fonte: CRM e Data Analytics: insight dall’8° Osservatorio

Nell’attuale scenario, altro dato che emerge è la percentuale di aziende che utilizzano regolarmente i dati relativi ai propri clienti pari al 54%, contro il 34% che li analizzano saltuariamente e il 12% delle organizzazioni che non li considerano (dato in lieve diminuzione -2%).

Oggi la personalizzazione e l'analisi dei dati sono fondamentali per il successo di un'azienda. L'utilizzo efficace di un sistema di Customer Relationship Management (CRM) è diventato non solo un vantaggio ma una necessità assoluta.

Quali sono le best practices nell'uso del CRM nel marketing? Come trasformare il CRM da semplice strumento di raccolta dati ad uno strumento di crescita del fatturato di un business?

Segmentare il pubblico e personalizzare la comunicazione

Il CRM non deve essere considerato un semplice software, ma bisogna andar ben oltre e considerarlo un prezioso alleato per creare e mantenere relazioni con i clienti.

Nell'attuale panorama B2B e B2C, l'obiettivo di una strategia di CRM Marketing efficace è duplice: attrarre nuovi clienti e mantenere quelli esistenti attraverso una comunicazione mirata e personalizzata. Questo processo inizia con la comprensione e la segmentazione del target di mercato.

Un aspetto fondamentale dell'efficacia del CRM è la capacità di segmentare i prospect e i clienti in base a vari criteri, come lo stato nel CRM (ad esempio, anonimo, registrato, profilato) e il livello di interazione e ingaggio. Questa segmentazione permette di personalizzare le comunicazioni in modo più accurato, aumentando le possibilità di conversione e fidelizzazione.

La segmentazione dettagliata può includere:

  • Anonimi: Utenti che non hanno ancora interagito con il brand.
  • Registrati: Utenti che hanno fornito informazioni di base ma non sono ancora pienamente profilati.
  • Profilati: Clienti o prospect per i quali sono disponibili dati dettagliati, consentendo una comunicazione altamente personalizzata.

Sfruttare i Canali: Dal Contatto all'Engagement

L'analisi dei canali e dei touch point rivela come i diversi punti di contatto possano essere utilizzati per acquisire nuovi clienti e profilare ulteriormente quelli esistenti.

Dalle iscrizioni alla newsletter agli eventi e ai Webinar, ogni interazione è un'opportunità per raccogliere dati preziosi e avanzare nella comprensione del cliente.

Determinare quali dati raccogliere e quando raccoglierli è cruciale per alimentare il CRM con informazioni utili. La definizione delle priorità riguardo ai dati di profilazione, come nome, cognome, email e dettagli più specifici relativi alle abitudini e preferenze dei clienti, può trasformare il CRM in uno strumento dinamico per guidare strategie di marketing mirate.

Costruire la Mappa Strategica e le Journey

E' buona prassi creare una mappa strategica e definire il customer journey, ciò consente di visualizzare e pianificare il percorso di ogni cliente o prospect attraverso i vari stati di engagement nel CRM. Questo processo aiuta a identificare i punti critici dove le strategie di marketing e di comunicazione possono essere ottimizzate per guidare l'avanzamento del cliente nel funnel di vendita.

Misurare i dati

La misurazione dell'efficacia delle azioni intraprese è fondamentale. L'implementazione di KPI chiari e la valutazione continua dei risultati consentono di regolare le strategie in tempo reale, assicurando che gli obiettivi di marketing siano allineati con gli obiettivi commerciali più ampi dell'azienda.

Le best practices nell'uso del CRM nel marketing richiedono un approccio strategico che consideri ogni interazione con il cliente come parte di un'esperienza più ampia e interconnessa. La capacità di segmentare accuratamente i clienti, personalizzare le comunicazioni in base a dati dettagliati, e misurare l'efficacia delle azioni intraprese, rappresenta la chiave per trasformare il CRM in un potente strumento di crescita.

Guardando al futuro, l'integrazione di tecnologie avanzate come l'intelligenza artificiale nel CRM offrirà nuove opportunità per affinare la personalizzazione e l'efficacia delle strategie di marketing, mantenendo le aziende all'avanguardia in un mercato sempre più competitivo.

Parlaci del tuo progetto, creiamo insieme un Piano Marketing Misurabile che porti fatturato e risultati concreti.

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividilo

eventi

i più recenti
Visualizza tutti gli eventi
Iscriviti alla Think:up, la newsletter di Think:able:
Verifica su di te i risultati di una comunicazione misurata sulle tue preferenze.
Iscriviti
Il miglior modo di verificare un Metodo di misurazione è calcolare in quanto tempo e come ripaghi questo investimento.
Questo è per noi la base di partenza, ma il vero obiettivo è impostare un modello per generare valore e non pensare a quanto costa perché produce fatturato.
Il punto non è quanto costa ma capire quanto valore genera per investire di più su un modello misurabile che porta risultati.
© 2023 Thinkable S.r.l. - Società Benefit - P.Iva 13180000963 - Capitale sociale 10.000 euro - Sede Viale Monza, 347 Milano 
© 2023 Thinkable S.r.l. - P.Iva 13180000963 - Capitale sociale 10.000 euro - Sede Viale Monza, 347 Milano
crossmenuarrow-left linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram